Nomofobia cos'è
Nomofobia
17 Ottobre 2020
Social media e depressione
31 Ottobre 2020
Mostra tutto

Tricotillomania

Trichotillomania

Spesso giocare con i capelli è una prerogativa più femminile che maschile. Avete presente quando si attorcigliano le ciocche, si avvitano le dita nei capelli, si tirano? Qualcuno non si accontenta di giocare e progressivamente, dal tirare qualche ciocca, arriva a strappare con un impulso che non riesce a fermarsi. Stiamo parlando di Tricotillomania, un disturbo del controllo degli impulsi, classificata nei Disturbi ossessivi-compulsivi.

Tricotillomania, ne parliamo con Play Mind

Cos’è Play Mind? È un centro di servizi psicologici e di benessere alla persona, diretto dal Dott. Paolo Di Marco: laureato in Psicologia Clinica di Comunità, Master in Counseling e Coaching, Specializzazione in Psicoterapia Analitica Transazionale, Master in Gestalt Bodywork, psicoterapeuta EMDR Practitioner accreditato. Coordinati dal dottor Di Marco gli psicoterapeuti di Play Mind si pongono come obiettivo quello di “attivare la mente di chi soffre di un disagio psichico o di un malessere esistenziale”. L’obiettivo è quello di offrire alle persone uno stimolo capace di riattivare la propria vita e rimettersi in gioco con modalità nuove, fuori dal proprio copione abituale, per riattivare la propria vita.

Cos’è la Tricotillomania (TTM)

Tricotillomania

È indicata come “disturbo da distensione dei capelli”, è una patologia mentale classificata in Disturbi ossessivi-compulsivi e correlati. Coinvolge ricorrenti e irresistibili impulsi a strappare i capelli dal cuoio capelluto, dalle sopracciglia, delle palpebre e da altre aree del corpo. L’estrazione dei peli dal viso può comportare la rimozione totale o parziale delle sopracciglia e delle ciglia, mentre l’estrazione dei peli dal cuoio capelluto può comportare vari gradi di chiazze di perdita di capelli. L’estrazione dei capelli e la conseguente perdita di capelli provocano disagio alla persona e possono interferire con il funzionamento sociale e professionale. Se per alcune persone, i sintomi sono gestibili, per altri, possono essere completamente travolgenti.

Le persone con questi disturbi sanno che possono fare danni agendo d’impulso, ma non possono fermarsi. Strappano i capelli quando sono stressati, per cercare di calmarsi.

Quali sono i sintomi?

La caratteristica principale della TTM è l’estrazione ricorrente dei propri capelli. La trazione dei capelli può verificarsi in qualsiasi regione del corpo in cui i capelli crescono; i siti più comuni includono il cuoio capelluto, le sopracciglia e le palpebre. Le aree meno comuni includono regioni facciali, pubiche e perirettali.

Altri sintomi possono includere i seguenti:

  • Ripetuti tentativi di ridurre o arrestare la trazione dei capelli.
  • L’estrazione dei capelli provoca angoscia o compromissione del funzionamento sociale, professionale o di altro tipo.
  • Una crescente sensazione di tensione prima di tirare i capelli o quando si cerca di resistere alla trazione.
  • Una sensazione di sollievo dopo aver tirato.
  • Notevole perdita di capelli.
  • Giocare con i capelli tirati o sfregarli sul viso o sulla pelle.
  • Mordere, masticare o mangiare i capelli tirati.
  • Tirare alcuni tipi di capelli.
  • Generalmente queste situazioni si verificano in privato.

Perché e chi si tira i capelli?

Ragazza che si strappa i capelli

La causa esatta della TTM non è nota, potrebbe essere correlata ai cambiamenti nei percorsi cerebrali che collegano le aree coinvolte, nel modo in cui gestisci le emozioni, il movimento, le abitudini e il controllo degli impulsi.  

Alcune cose possono aumentare il rischio di Tricotillomania, tra cui:

  • Età. La TTM di solito inizia nella prima adolescenza, tra i 10 e i 13 anni. Può durare per tutta la vita, anche se i sintomi possono andare e venire.
  • Geni. In alcune famiglie, la tendenza alla TTM può essere trasmessa. È più probabile che ce l’abbia un altro membro della famiglia.
  • Altri disturbi di salute mentale. Spesso questo disturbo si accompagna ad altri problemi di salute mentale, come ansia, depressione o disturbo ossessivo-compulsivo (DOC).
  • Stress. Lo stress estremo può scatenare questo disturbo in alcune persone. Lo stress può essere scatenato da situazioni tra cui conflitti familiari, abusi o morte di un amico o di un familiare.

Molte persone che hanno questo disturbo spesso prendono di mira anche la pelle, mordono le unghie o masticano le labbra. A volte può essere un segno indicativo se le persone tirano i peli da animali domestici o bambole o da materiali, come vestiti o coperte.

L’azione di queste persone di tirare i capelli può essere:

  • Focalizzata. Alcune persone tirano i capelli intenzionalmente per alleviare la tensione o l’angoscia. Ad esempio, strappano i capelli per ottenere sollievo proprio dall’impulso opprimente di tirare i capelli. Alcune persone possono sviluppare rituali elaborati per tirare i capelli, come trovare i capelli giusti o mordersi i capelli tirati.
  • Automatico. Alcune persone si tirano i capelli senza nemmeno rendersene conto, come quando si annoiano, leggono o guardano la TV.

La stessa persona può adottare entrambe le modalità a seconda della situazione e dell’umore. Alcune posizioni o rituali possono scatenare un episodio, come appoggiare la testa sulla mano o spazzolare i capelli.

La Tricotillomania può essere correlata alle emozioni:

Come si tratta la Nomofobia

  • Emozioni negative. Per molte persone, tirare i capelli è un modo di affrontare sentimenti negativi o spiacevoli, come stress, ansia, tensione, noia, solitudine, affaticamento o frustrazione.
  • Sentimenti positivi. Le persone con TTM trovano che strappare i capelli sia soddisfacente e fornisca una misura di sollievo. Di conseguenza, continuano a tirare i capelli per mantenere questi sentimenti positivi.

La TTM è un disturbo a lungo termine (cronico). Senza trattamento, i sintomi possono variare nel tempo con gravità. Ad esempio, i cambiamenti ormonali delle mestruazioni possono peggiorare i sintomi nelle donne. Per alcune persone, se non trattate, i sintomi possono andare e venire per settimane, mesi o anni alla volta. Raramente, il taglio dei capelli termina entro pochi anni dall’inizio.

Quando vedere un dottore

Se non riesci a smettere di strapparti i capelli o ti senti imbarazzato o vergognato dal tuo aspetto a causa del tuo problema, parla con il medico. La TTM non è solo una cattiva abitudine, è un disturbo di salute mentale ed è improbabile che migliori senza trattamento.

Trattamenti per il TTM

Il trattamento della Tricotillomania può essere complicato e la maggior parte delle opzioni di trattamento richiedono tempo e pratica. Gli individui provano spesso diverse strategie per far fronte ai loro impulsi prima di trovare qualcosa che funzioni. Non scoraggiarsi è importante perché i sintomi vanno e vengono durante la fase di cura. Ecco alcuni degli approcci che vengono presi in considerazione per il trattamento:

  • Inversione dell’abitudine: questo è spesso il trattamento primario. Gli individui imparano a riconoscere le situazioni in cui è probabile che tocchino i capelli e li sostituiscono ad altri comportamenti. Molte persone utilizzano avvisi e altre strategie per aumentare la consapevolezza relativa alle potenziali situazioni che innescano l’evento. Invece di tirare i capelli, una persona potrebbe sostituire comportamenti come; stringendo i pugni o facendo scattare un elastico al polso.
  • Terapia cognitiva comportamentale: questo tipo di terapia può aiutare le persone a esplorare convinzioni distorte legate all’acconciatura.
  • Allenamento di autoconsapevolezza: gli individui imparano a diventare più consapevoli dei loro momenti in cui si tirano i capelli, monitorando quando li tirano e arrivando a dettagliare le emozioni e altre informazioni importanti.
  • Allenare il rilassamento: questo aiuta le persone a imparare a concentrarsi e calmare il loro sistema nervoso centrale in risposta a fattori scatenanti dello stress.

Lavora su te stesso!

Allena il respiro

  • Allenare il respiro: l’apprendimento del modo corretto di impegnarsi nella respirazione profonda aiuta ad aumentare il rilassamento e la concentrazione.
  • Psicoterapia orientata al processo: la talk terapia può essere efficace nell’aiutare le persone a esplorare i loro fattori scatenanti e le loro emozioni.
  • Terapia familiare: per i bambini e gli adolescenti, la terapia familiare aiuta i genitori a imparare a rispondere e gestire meglio i sintomi.
  • Terapia di gruppo: la TTM può essere isolante. I gruppi aiutano le persone a connettersi con gli altri che sopportano una lotta simile e si supportano a vicenda.

Conclusioni

Alcuni soggetti con Tricotillomania imparano a gestire i sintomi e i fattori scatenanti con il trattamento ambulatoriale, mentre altri richiedono un trattamento più intensivo. È importante cercare aiuto il più presto possibile e continuare il trattamento su base continuativa. Lo staff di Play Mind si mette a vostra disposizione, con un rapporto terapeutico idoneo, per riuscire a dare una mano, laddove si verifichino situazioni anche gravi.

Se siete interessati ad approfondire il tema, potete contattarci direttamente! 338.2373206.

Studi:  Viale Serra, 6 Milano (MI)Via cava Madonnina, 5 Nova Milanese (MB)

Telefono
Whatsapp
Email