Disturbo post traumatico da stress
12 Settembre 2020
Aiutare un bambino a superare un lutto
30 Settembre 2020
Mostra tutto

Fobia sociale come uscirne

Cos’è la fobia sociale come uscirne? Questo sarà il tema del nostro approfondimento, cercheremo di analizzare questa fobia; della quale è importante conoscere le caratteristiche, le cause e le opzioni di trattamento disponibili, per coloro che soffrono di questo disturbo d’ansia.

Fobia sociale come uscirne ne parliamo con Play Mind!

Molte persone diventano nervose o si imbarazzano in occasioni, per la maggior parte dei casi è abbastanza normale essere agitati quando si deve tenere un discorso o quando si fa un colloquio di lavoro. Per certi soggetti però queste situazioni scatenano molto più che timidezza o nervosismo. Il disturbo d’ansia sociale comporta un’intensa paura di certe situazioni sociali, in particolare situazioni che non sono familiari o in cui si sente di essere osservati o valutati da altri. Queste situazioni possono essere così spaventose da diventare ansiosi al solo pensiero, tanto da fare di tutto per evitarle, compromettendone la vita sociale.

Cos’è Play Mind?

Play Mind è un centro di servizi psicologici e di benessere alla persona. A dirigere questo gruppo di specialisti c’è il Dott. Paolo Di Marco: laureato in Psicologia Clinica di Comunità, Master in Counseling e Coaching, Specializzazione in Psicoterapia Analitica Transazionale, Master in Gestalt Bodywork, psicoterapeuta EMDR Practitioner accreditato. Coordinati dal dottor Di Marco gli psicoterapeuti di Play Mind si pongono come obiettivo quello di “attivare la mente di chi soffre di un disagio psichico o di un malessere esistenziale”. L’obiettivo è quello di offrire alle persone uno stimolo capace di riattivare la propria vita e rimettersi in gioco con modalità nuove, fuori dal proprio copione abituale, per riattivare la propria vita.

Cos’è la Fobia sociale?

Il disturbo d’ansia sociale alla base è la paura di essere esaminati, giudicati o imbarazzati in pubblico. Potreste avere paura che le persone vi “guardino male” o che non riuscirete a misurarvi con gli altri. Nonostante vi rendiate conto che le paure di essere giudicati, sono quantomeno un po’ irrazionali ed esagerate, non riuscite a smettere di sentirvi ansiosi!

Indipendentemente da quanto vi sentiate timidi e da quanto sia grande il fastidio che provate in queste situazioni, sappiate che potete imparare a sentirvi a proprio agio in queste situazioni, recuperando il controllo sulla vostra vita!

Cosa causa l’ansia sociale?

Sebbene le persone che soffrono di ansia sociale siano convinte di essere le uniche a provarla, in realtà è un disturbo abbastanza comune. Vediamo ora di individuare le situazioni che scatenano i sintomi del disturbo e preparatevi perché possono essere diverse. Alcune persone provano ansia nella maggior parte delle situazioni sociali. Per altri, l’ansia è collegata a specifiche situazioni, come parlare con estranei, socializzare alle feste o esibirsi di fronte a un pubblico. 

I fattori scatenanti comuni dell’ansia sociale includono:

  • Incontrare nuove persone.
  • Fare chiacchiere.
  • Discorso pubblico.
  • Esibirsi sul palco.
  • Essere al centro dell’attenzione.
  • Essere guardati mentre si fa qualcosa.
  • Parlare con persone “importanti” o figure di autorità.
  • Essere chiamati in classe.
  • Andare ad un appuntamento.
  • Parlare in una riunione.
  • Utilizzando bagni pubblici.
  • Fare gli esami.
  • Mangiare o bere in pubblico.
  • Telefonare.
  • Partecipare a feste o altri incontri sociali.
  • Essere preso in giro o criticato.

Fobia sociale come uscirne: i segni e sintomi del disturbo.

Fobia sociale come uscirne

Il fatto di innervosirsi in situazioni sociali non significa che hai un disturbo d’ansia sociale o fobia sociale. Molte persone si sentono timide o imbarazzate in certe occasioni, ma non sono ostacolate durante la loro routine. Tornando all’esempio del tenere un discorso, è perfettamente normale essere nervosi prima di tenere un discorso; ma se hai un disturbo di ansia sociale, le tue preoccupazioni potrebbero incominciare con settimane di anticipo, fino ad arrivare a darti malato per il giorno del discorso o cominciare a tremare tanto da rendere impossibile pronunciarlo.

Segni e sintomi emotivi del disturbo d’ansia sociale:

  • Eccessiva autocoscienza e ansia nelle situazioni sociali quotidiane.
  • Intensa preoccupazione per giorni, settimane o addirittura mesi prima di una situazione sociale imminente.
  • Estrema paura di essere guardati o giudicati da altri, specialmente da persone che non conosci.
  • Temi che agirai in modo da metterti in imbarazzo o umiliarti.
  • Paura che gli altri notino che sei nervoso.

Segni e sintomi fisici:

  • Viso arrossato o arrossendo.
  • Fiato corto.
  • Mal di stomaco, nausea (cioè farfalle).
  • Tremando o tremando (compresa la voce tremante).
  • Cuore da corsa o senso di oppressione al petto.
  • Sudorazione o vampate di calore.
  • Sensazione di vertigini o svenimento.

Segni e sintomi comportamentali:

  • Evitare le situazioni sociali in misura tale da limitare le attività o interrompere la vita.
  • Rimanere in silenzio o nascondersi in background per sfuggire all’avviso e all’imbarazzo.
  • La necessità di portare sempre con te un amico ovunque tu vada.
  • Bere prima delle situazioni sociali per calmare i nervi.

Come la terapia guarisce l’ansia sociale

Esistono delle strategie di auto-aiuto, manuali che suggeriscono degli esercizi da compiere per superare l’ansia sociale. Tuttavia questi vengono quasi sempre abbinati alla terapia individuale, che si è dimostrata essere particolarmente efficace per cambiare gli schemi di pensiero, che condizionano il paziente. Stiamo parlando di Terapia comportamentale cognitiva (CBT).

Terapia comportamentale cognitiva (CBT)

La terapia cognitivo comportamentale si concentra sull’importanza dei processi comportamentali e di pensiero nella comprensione e nel controllo dell’ansia e degli attacchi di panico. Il focus del trattamento è su comportamenti inadeguati, ostruttivi e dannosi e su processi di pensiero irrazionali che contribuiscono alla continuazione dei sintomi. Ad esempio, la preoccupazione (pensieri) incontrollata di ciò che può o non può accadere se si ha un attacco di panico può portare ad evitare determinate situazioni (comportamento). La ricerca ha suggerito che questa forma di trattamento è efficace per alleviare molti dei sintomi di panico e ansia. Se si utilizzano tecniche di CBT, bisogna aspettarsi di lavorare su cambiamenti di pensieri e comportamenti per risultati rapidi in una maggiore capacità di controllare i sintomi.

Conclusioni

Il nostro tema d’approfondimento di oggi era la fobia sociale come uscirne! Speriamo di essere riusciti a darvi un quadro abbastanza completo di cosa sia la fobia sociale e di come riconoscerla e distinguerla dalla semplice timidezza o imbarazzo. Uno psicologo, con un rapporto terapeutico idoneo, riesce a trovare delle strategie utili a farvi superare queste situazioni, consolidando il vostro controllo. Un tema alla volta vengono affrontate tutte le situazioni che destabilizzano il paziente, mandandolo in ansia e nel panico.

Se siete interessati ad approfondire il tema, potete contattarci direttamente! 338.2373206.

Studi:  Viale Serra, 6 Milano (MI)Via cava Madonnina, 5 Nova Milanese (MB)

Telefono
Whatsapp
Email